Sistema Bibliotecario  Territoriale Ionico
 

  P R O G E T T I

 

Tecniche e metodologie di costruzione della favola o del racconto fantastico

 

La fantasia  L'impegno creativo  Elaborazione ed animazione La comunicazione

       

        La fantasia 

Fruitori:      

Alunni di quarta/quinta elementare o di prima medi
Materiale: Grande cartellone bianco su cui l'immaginazione collettiva individuerÓ un paesaggio(marino, montano, di fantasia, urbano, etc.). L'animatore segna sul lato sinistro le parole attribuite dai ragazzi alle varie componenti del paesaggio e contestualmente lo va rappresentando graficamente.
AttivitÓ: Animazione del paesaggio ideato:
L'animatore conversa con i ragazzi sul tema dell'immaginario poster e stimola i ragazzi a collocarvi dei personaggi, degli animali, degli oggetti, etc. e va segnando su una seconda colonna i nomi emergenti della discussione.
I ragazzi cercheranno quindi di porre in correlazione i personaggi identificati, cercando di raccordarli prima in una serie di situazioni e successivamente di collocarli su una o pi¨ trame narrative.

       

        L'impegno creativo       TOP

Fruitori:      

Sottogruppi
AttivitÓ: Gioco del mimo: ogni sottogruppo decide di mimare un'azione o situazione relativa e con sequenziale alle parole chiave trascritte sul cartellone, ed alle situazioni e trame narrative ipotizzate, creando contemporaneamente delle frasi relative al tema o all'ambientazione scelta in precedenza. Pu˛ accadere che alcune delle parole vengano tralasciate nell'impossibilitÓ di un qualsiasi legame logico con il gruppo di parole-chiave scelte.
La storia di: Invenzione orale di una storia o di pi¨ storie a partire dai disegni, dalle parole-chiave, dai personaggi creati e dalle interrelazioni ipotizzate, dalle trame e dalle azioni relative attribuite, dalle frasi e dialoghi realizzati. Contestualmente al procedere dell'invenzione orale, le immagini e le parole del cartellone vengono allineate nell'ordine logico della narrazione che si va a creare. ╔ possibile pensare a pi¨ temi narrativi e di conseguenza inventare pi¨ "storie" invertendo l'ordinamento logico degli elementi a disposizione.

       

        Elaborazione ed animazione   TOP

Tra le tante possibili "storie" emerse nella fase precedente, il gruppo ne sceglie una eccellente per originalitÓ, completezza, efficacia espositiva, ricchezza di contributi.
Lettura animata: Il gruppo espone l'elaborato realizzato mimando i vari personaggi e dandogli poi anima e voce, li colloca nella situazione tempo-luogo-accadimento, introduce eventualmente, per i raccordi, la figura del narratore, del coro, della o delle voci fuori campo, etc.

       

        La comunicazione     TOP

Testo/Favola:  Individualmente, ogni ragazzo espone quanto realizzato in gruppo in forma di racconto. Collettivamente i lavori di gruppo concorreranno in un secondo momento a formare un unico racconto o un collage narrativo eventualmente arricchito da illustrazioni, vignette, etc.
Il lavoro finale verrÓ infine stampato a cura della Biblioteca Comunale, distribuito ai ragazzi e proposto alla scuola o classe di appartenenza. ╔ possibile prevederne l'inserimento sul sito internet del Sistema Bibliotecario.

Vai alla pagina di selezione